5 città low-cost in Europa da visitare in famiglia

Se state cercando spunti per una fuga in famiglia in qualche città low-cost in Europa, questo è l’articolo che fa per voi. Dai nostri viaggi precedenti abbiamo stilato una lista di cinque città europee da visitare con bambini senza per forza spendere molti soldi. Ognuna unica e magnifica. Scoprite quindi con noi:

Praga, la capitale delle Repubblica Ceca, che incanta con la sua bellezza storica e il suo fascino contemporaneo.

Barcellona, una città vibrante che mescola la cultura catalana tradizionale con l’arte moderna e l’energia cosmopolita.

Porto, nel nord del Portogallo, celebre per i suoi vini e il suo patrimonio architettonico suggestivo.

Cracovia, l’antica capitale della Polonia. La città delle torri gotiche e delle storie medievali incantate.

Budapest, la “Perla del Danubio”, con la sua maestosa architettura e i famosi stabilimenti terme termali.

1. Praga

Praga città low-cost in Europa
Jan Hus monumento – Staré Město

Praga, la splendida capitale della Repubblica Ceca, è la prima città low-cost in Europa che ci è venuta in mente. Incanta i visitatori di tutte le età, ed è adatta ad essere visitata dalla primavera all’autunno. Noi siamo andati a fine ottobre ed era un po’ freddino, quindi portate vestiti invernali. Viene buio presto, ma non è un problema, perché quando si accendono le luci della città, l’atmosfera diventa particolarmente suggestiva, soprattutto se passeggerete nella città vecchia.

A proposito: Praga è formata da quattro quartieri distinti, ciascuno con la propria personalità e storia affascinante. Il quartiere storico di Staré Město, con la sua iconica Piazza della Città Vecchia e l’orologio astronomico, trasporta i visitatori indietro nel tempo, offrendo anche spettacoli di artisti di strada che affascinano i più giovani. Malá Strana offre una vista mozzafiato sul Castello di Praga e i suoi suggestivi giardini, dove i bambini possono correre e giocare (e bruciare energia). La vivace zona di Nové Město è il luogo ideale per lo shopping e l’intrattenimento. Hradčany, il quartiere/castello di Praga, in collina. E’ una delle più grandi residenze fortificate del mondo.

Cosa hanno in comune? Parchi, i musei interattivi, torri, giri in barca sul fiume Vltava, avventure nel labirinto e bagni nella birra. Insomma, Praga offre esperienze indimenticabili per tutta la famiglia. E poi non dimenticate il Ponte Carlo, che collega Staré Město a Malá Strana. Sarà il ponte pedonale più bello d’Europa? Probabilmente sì. Qui la storia si intreccia con la bellezza e il fascino senza tempo.

Per saperne di più, leggete il nostro articolo: Praga con bambini, cosa vedere in 4 giorni

2. Barcellona

barcellona gaudi
Barcellona, Casa Batllò

Avete voglia di trascorrere alcuni giorni in Europa in una città low cost (ancora per poco) con bambini? Barcellona è una meta perfetta! Qui troverete un buon clima, ottimo cibo, mare, movida e anche tanta arte e cultura. A Barcellona potrete ammirare le opere realizzate da Antoni Gaudì. Anche i bambini si divertiranno, perché le creazioni di questo geniale architetto sono un’esplosione di colori, magia ed innovazione.

Se come me (Nazarena) deciderete di dedicare il vostro tempo a Barcellona alla scoperta di Gaudì, ecco cosa potrete fare in soli due giorni! Iniziate visitando La Pedrera e godetevi il panorama stupendo dal suo bizzarro tetto. Sempre su Passeig de Gracia si trova anche la famosissima e coloratissima Casa Batllò. I bambini l’adoreranno perché ogni dettaglio della casa ricorda le parti del corpo di un drago. La visita prevede anche alcune esperienze immersive, molto coinvolgenti per tutta la famiglia!

Un altro luogo da non perdere è senza dubbio il Park Guell: è davvero un’esplosione di mosaici colorati! Percorrete la famosa scalinata del drago, passeggiate e godetevi il magnifico panorama su Barcellona, che spazia fino al mare. Altra visita immancabile è quella alla Sagrada Familia: quando sono entrata sono rimasta senza parole di fronte a tanta bellezza! Se amate i panorami dall’alto, salite anche sulla Torre della Passione o su quella della Natività. Infine, concludete la vostra visita a Barcellona entrando a Casa Vicens, un bellissimo edificio modernista che è stato il primo progetto di rilievo di un giovane Gaudì.

Per saperne di più, leggete il nostro articolo: Barcellona con bambini, attività e attrazioni.

3. Porto

porto città low-cost in Europa
Iglesia de San Antonio de los Congregados 

Porto, lo dice già il nome, è una città portuale nel nord del Portogallo. Se cercate un luogo fresco anche d’estate èil luogo che fa per voi: in agosto abbiamo sempre cenato all’aperto con un golfino leggero. La città è unica, in particolare grazie al suo splendido fiume (il Douro), che divide la città da Vila Nova de Gaia. Ancora oggi potete fare una mini-crociera a bordo di un Rabelo, che altro non è che una tipica imbarcazione che storicamente veniva utilizzata per il trasporto delle botti di vino Porto dalle cantine della valle del Douro fino in città, dove venivano invecchiate e commercializzate.

Porto è uno splendore ma anche un continuo saliscendi, quindi magari meglio un marsupio che un passeggino. Mentre esplorate questa città non potrete fare a meno di pensare a uno dei personaggi più amati della letteratura mondiale, Harry Potter. La sua architettura pittoresca e i suoi vicoli e negozi hanno ispirato la mente creativa di J.K. Rowling durante la stesura dei suoi romanzi. Perché? Quando ha iniziato a scrivere i libri della serie del maghetto, l’autrice viveva a Porto ed insegnava inglese in una scuola di lingue.

Non perdetevi la Torre dos Clérigos e ancora di più la Livraria Lello. Ammirate le chiese coperte da Azulejos e la stazione centrale. Nel quartiere della Ribeira le case colorate sono uno spettacolo. Se ne avete il tempo, e viaggiate in estate, prendete il tram fino alle spiagge di Porto. A Praia de Matosinhos o Praia da Foz, i bambini possono giocare nella sabbia e fare il bagno.

Per saperne di più, leggete il nostro articolo: Cosa fare e vedere a Porto con bambini

4. Cracovia

cracovia città low-cost in Europa
Cracovia, Rynek

Per visitare questa bellissima città low-cost del nord Europa con bambini occorrono 3 giorni. Almeno una giornata per la visita della città di Cracovia, un giorno intero per la visita di Auschwitz e Birkenau e una mezza giornata per visitare la Miniera di sale di Wieliczka. Ci sono moltissimi voli low cost in partenza per Cracovia e si trovano sistemazioni di ogni tipo e fascia di prezzo. Cosa fare a Cracovia con bambini? Ne abbiamo parlato nel nostro articolo Cracovia: 10 cose da fare in 3 giorni.

Per prima cosa vi consigliamo di iniziare la giornata visitando il castello Reale del Wavel e di entrare nella grotta del drago. Poi fate una bella camminata fino al centro della città, arrivando nella stupenda Piazza del Mercato, sulla quale si affaccia la meravigliosa Basilica di Santa Maria. Sfogate la vostra vena romantica concedendovi un giro in carrozza per le vie della città vecchia per poi terminare la giornata godendovi il tramonto dalla Torre del Municipio. Vi consigliamo anche di entrare nel modernissimo Museo Czartoryskich per ammirare la Dama con l’ermellino di Leonardo Da Vinci.

Il giorno successivo dedicate la mattinata alla visita del museo interattivo che si trova all’interno della vecchia fabbrica di stoviglie appartenuta ad Oskar Schindler e poi entrate nella Farmacia sotto l’Aquila. In questo luogo il farmacista polacco Tadeusz Pankiewicz aiutò e salvò molti ebrei. Dedicate il pomeriggio alla visita della Miniera di sale di Wieliczka scendendo gli 800 scalini che vi porteranno nella meravigliosa cappella di Santa Cunegonda. Infine destinate l’ultimo giorno alla visita del sito commemorativo di Auschwitz-Birkenau, che vi strapperà il cuore, ma è una visita imprescindibile, secondo noi anche con bambini. Non dimenticate di assaggiare i pierogi!

Tutte le info nel post: Cracovia con bambini, 10 cose da fare

5. Budapest

budapest città low-cost in Europa
Bastione dei Pescatori

Budapest, la bella capitale ungherese, è divisa in due dal Danubio – sulle cui sponde sorgono due cittadine distinte: Buda e Pest. La città è davvero low-cost e, unica in Europa, offre un mix unico di relax termale e stimolanti avventure per tutta la famiglia. Portatevi il costume in ogni stagione e godetevi per almeno un pomeriggio le sue acque termali curative. Andate alle Terme Széchenyi se preferite stare all’aperto o alle Terme Gellért se volete un tetto sopra di voi.

La città offre numerose attrazioni, sia culturali che educative. Il bianchissimo Bastione dei Pescatori, a Buda, sembra uscito da una fiaba e offre una vista spettacolare sulla città. Un altro luogo adattissimo alla famiglie è un po’ fuori dal centro: il Parco della Città, dove troverete il Castello Vajdahunyad, un edificio suggestivo che ospita il Museo dell’Agricoltura, un’attrazione interattiva che insegna ai bambini la storia dell’agricoltura ungherese in modo divertente.

Infine, per ammirare la città da un punto di vista differente, non dimenticate di fare una breve crociera sul Danubio. Fatela di notte, quando Budapest si illumina magicamente e sembra una città diversa.

Tutte le info nel post: Cosa vedere a Budapest con bambini

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.