Cracovia: 10 cose da fare con i bambini

Dopo avere intervistato Sara, che ci aveva raccontato la sua toccante esperienza ad Auschwitz con  i suoi figli, ho sentito che avrei dovuto fare assolutamente questo viaggio a Cracovia. La città è compatta e perfetta da visitare con i bambini. Ho scelto un tiepido week end di fine maggio e siamo partiti con un volo super economico alla scoperta di Cracovia, in Polonia. Occorrono almeno 3 giorni, perché un giorno intero è da dedicare alla visita di Auschwitz e Birkenau, mentre mezza giornata serve per visitare la Miniera di sale di Wieliczka (entrambi si trovano nei dintorni di Cracovia).

Come primo assaggio della città, una buona idea è quella di prenotare e prendere parte ad un tour gratuito, e in italiano. Non costa nulla e l’importo della mancia che lascerete alla guida, lo decidete voi.

Prenota con Civitatis il tour gratuito Free Tour del Centro Storico di Cracovia

Dopo il tour introduttivo, è il momento di approfondire la conoscenza della città. Vediamo insieme quali possono essere 10 cose da fare a Cracovia in 3 giorni con i bambini!

1) Visitare il Castello Reale del Wawel

Cravovia, castello del Wavel
Il castello

In un viaggio a Cracovia fra le 10 migliori cose da fare non può mancare la visita a questo meraviglioso Castello del Wawel, antica sede della monarchia polacca. Anche se decidete di non entrare per visitare le varie parti da cui è composto, vale assolutamente la pena salire sulla collina in cui si trova ed ammirarne gratuitamente l’imponenza e la vista che offre sul fiume Vistola. Non esiste un biglietto unico, ma alla biglietteria dovrete scegliere cosa visitare, facendo tanti biglietti separati.

E’ possibile vedere le camere di Stato, gli Appartamenti Reali privati, il Tesoro e l’Armeria, la Cattedrale del Wawel, le mostre e la Grotta del Drago. Scegliete quello che più vi interessa e concentratevi su quello: visitare tutto, potrebbe risultare dispersivo. Se viaggiate con bambini la Grotta del Drago è un must! Si tratta di una vera e propria grotta sotterranea nella quale, secondo la leggenda, abitava il drago di Cracovia. Una volta usciti dalla grotta vi troverete sulla riva del fiume Vistola, dove si può vedere la scultura del drago.

2) Visitare la Piazza del Mercato e la Basilica di Santa Maria

Cracovia: la Basilica di Santa Maria
La splendida Basilica di Santa Maria

La Città Vecchia è il cuore della città. Dichiarata Patrimonio dell’umanità dell’Unesco nel 1978, è in larga parte una zona pedonale. La Piazza del Mercato è il fulcro della città vecchia; si tratta della piazza medievale più grande d’Europa ed è sempre brulicante di turisti. Su di essa si affacciano il Fondaco dei Tessuti e La Basilica di Santa Maria. Il mercato dei Tessuti domina il centro della piazza; un tempo era il fulcro del commercio dei tessuti a Cracovia, mentre oggi si vendono prevalentemente souvenir e prodotti artigianali.

La Basilica di Santa Maria domina la Piazza del Mercato con le sue torri di diverse altezze. L’interno della Basilica è davvero un’esplosione di colori, con i variopinti affreschi e le vetrate policrome. Le volte del soffitto sono dipinte come un cielo blu coperto di stelle. E’ possibile salire sulla torre alta 82 metri per vedere la città dall’alto, ma preparatevi a salire i 293 gradini!

Consiglio di non perdervi lo squillo di tromba (hejnal) che viene suonato allo scoccare di ogni ora dalla torre più alta. L’hejnal è un semplice tema di cinque note che viene ripetuto per quattro volte, una per ogni punto cardinale. Forse in passato era il segnale dell’apertura e chiusura delle porte della città. La città è compatta e perfetta da visitare con i bambini. Veniva suonato anche in caso di pericolo. Il posto migliore per sentire la tromba e vedere il trombettiere in azione è il piccolo cortile di fronte alla chiesa di Santa Barbara.

3) Fare un giro in carrozza per le vie della città vecchia di Cracovia

Cracovia, carrozza a cavalli
Giro in carrozza di famiglia

Lo so, potrebbe sembrare un giro troppo turistico (e anche un po’ caro), ma è talmente divertente che ne vale la pena! La piazza del Mercato è piena di carrozze molto eleganti e ben tenute, ferme ad ogni ora del giorno in attesa di turisti. Non vi resta che scegliere il giro che volete fare per le strade di Cracovia e la durata, concordare il prezzo e salire lasciandovi trasportare in un mondo incantato. Vi addentrerete tra le viuzze della città vecchia raggiungendo anche il castello. I bambini adoreranno riposarsi un pò e vedere Cracovia a bordo di una bellissima carrozza.

4) Salire sulla torre del Municipio e scendere nel Museo Sotterraneo Rynek

Cracovia
La vista dalla Torre del Municipio sulla piazza e la Basilica di Santa Maria

E’ importante vedere la città di Cracovia da diverse angolazioni, prima dall’alto e poi dal basso!

La Torre del Municipio si trova sulla piazza principale vicino alla Fondaco dei Tessuti. Vale la pena salire sia per la vista che offre dall’alto sulla piazza del Mercato e sulla Basilica di Santa Maria, sia perché ad ogni piano c’è una piccola ed interessante esposizione.

Il Museo sotterraneo Rynek si trova proprio sotto la Piazza del Mercato. E’ un museo sotterraneo hi-tech che combina un tradizionale museo archeologico con un moderno spazio interattivo, raccontando la storia della città in tanti modi diversi. Si ripercorre la storia di Cracovia, scoprendo i resti della città precedenti alla costruzione della piazza, con l’ausilio di filmati, ologrammi ed altri supporti interattivi e multimediali.

Sinceramente, a noi questo museo sotterraneo è piaciuto il giusto e non siamo rimasti del tutto soddisfatti: quindi se avete poco tempo vi consiglio di dedicarvi ad altro. Se piove, invece, può essere una opzione da tenere in considerazione.

5) Entrare al Museo Czartoryskich

Siamo entrati in questo museo principalmente per vedere la Dama con l’ermellino di Leonardo Da Vinci, uno dei pochi ritratti di donna dipinti da Leonardo (oltre alla Gioconda!). Il quadro era stato rubato dai nazisti durante la seconda guerra mondiale ed è stato restituito alla città dagli Americani nel 1946. Il Museo Czartoryskich è molto moderno e contiene magnifiche opere d’arte e cimeli storici unici. Vale la pena entrare per una visita, anche perché si trova a pochi passi dalla piazza principale. C’è la possibilità di acquistare biglietti d’ingresso familiari.

6) Andare alla Fabbrica di Schindler

Questo museo è allestito all’interno della vecchia fabbrica di stoviglie appartenuta ad Oskar Schindler, che salvò la vita ad oltre 1000 ebrei durante la Shoah. Questa storia è stata resa celebre dal famoso e struggente film di Steven Spielberg “Schindler’s list”.

Non ci si deve aspettare di visitare una fabbrica, perché in realtà si tratta di un museo interattivo curato nel dettaglio e fatto davvero molto bene che descrive tutti gli aspetti dell’occupazione nazista della Polonia durante la seconda guerra mondiale. E’ adatto anche ai bambini, perché la storia del ghetto di Cracovia è descritta in modo da creare un’esperienza coinvolgente e totalizzante. Il museo si trova a Podgorze, in passato sede del ghetto ebraico. Consiglio di acquistare i biglietti in anticipo.

7) Entrare nella Farmacia sotto l’Aquila

Cracovia: Farmacia sotto l'Aquila
La Farmacia sotto l’Aquila

La Farmacia sotto l’Aquila si trova a pochi minuti a piedi dalla fabbrica di Schindler, nella piazza Plac Bohaterow Getta; la piazza era il punto di partenza degli ebrei che salivano sui treni diretti ai campi di sterminio. Si tratta di un museo allestito in una vecchia farmacia che in passato era gestita dal farmacista polacco Tadeusz Pankiewicz. Tadeusz decise di restare all’interno del ghetto ebraico e di non abbandonare la propria attività. Era l’unico polacco che aveva diritto di soggiorno nel ghetto ebraico. Il coraggioso farmacista aiutò moltissimi ebrei, fornendo loro cibo, documenti falsi, un nascondiglio e cure gratuite. Salvò molte vite umane, rischiando la propria. E’ stato un vero eroe, riconosciuto come “Giusto tra le Nazioni”.

8) Assaporare la cucina locale (i pierogi!)

Fra le cose da fare a Cracovia ovviamente c’è quella di assaporare la cucina locale. Noi abbiamo amato particolarmente i “pierogi“, i ravioli a mezzaluna ripieni di verdure, formaggio o carne. Ci sono piaciuti tantissimo! Un altro piatto tipico che abbiamo apprezzato è il “golabki“, una specie di involtino di carne e riso racchiusi in foglie di cavolo. A Cracovia è possibile cenare in ristoranti molto carini, con prezzi davvero contenuti. Provare per credere! Nella sezione ristoranti ho consigliato due locali economici che meritano.

I dintorni di Cracovia

I nostri due ultimi consigli sulle cose da fare a Cracovia con i bambini sono fuori città. Sono luoghi da visitare assolutamente, durante un viaggio a Cracovia. La Miniera di sale si trova a Wieliczka, a circa mezz’ora di auto da Cracovia. Il campo di concentramento di Auschwitz-Birkenau si trova invece a circa un’ora e 15 minuti di auto da Cracovia. Noi ci siamo spostati con un taxi (prenotandolo sulla app di booking.com), ma entrambi i luoghi sono raggiungibili anche in treno o in bus.

9) La Miniera di sale di Wieliczka

Questa miniera profondissima si trova a circa mezz’ora da Cracovia ed è un luogo a dir poco straordinario, per i bambini e gli adulti! Si raggiungeranno i 135 metri di profondità, percorrendo circa 3,5 km di corridoi sotterranei (pari all’1% della lunghezza totale delle gallerie!) e scendendo ben 800 scalini. La durata della visita è di circa 2,30 h e si svolgerà in piccoli gruppi di 35 persone massimo, accompagnati da una guida che vi illustrerà il percorso.

Si attraverseranno splendide camere scavate nella roccia, tra le quali spicca inesorabilmente la più straordinaria: la cappella di Santa Cunegonda, il santuario sotterraneo più grande del mondo. La cattedrale è grandissima: 54 m per 18 m con un’altezza di 12 m. Ogni singolo elemento della chiesa, dall’altare, ai cristalli dei lampadari, ai bassorilievi, è ricavato da blocchi di sale. Si vedranno laghi salati sotterranei, maestose costruzioni in legno e magnifiche sculture in sale.

Consiglio di acquistare i biglietti in anticipo, scegliendo la visita in italiano. La nostra guida parlava benissimo e ci ha spiegato con grande passione e competenza tutti i segreti della miniera. Anche ai bambini piacerà tantissimo!

10) Il sito commemorativo di Auschwitz-Birkenau

Auschwitz
La scritta “il lavoro rende liberi” posta all’ingresso del campo di sterminio di Auschwitz

Auschwitz si trova a circa un’ora da Cracovia. La visita non è facile con i bambini ma secondo noi è comunque consigliata. L’entrata è gratuita, se preferite una visita individuale, e potete raggiungere il campo di concentramento in treno.

Leggi anche: Visitare Auschwitz con bambini: intervista a Sara.

Se volete essere più comodi ci sono diversi tour che partono dalla città, e ve lo consigliamo, per capire davvero le atrocità che sono state commesse. Il tour guidato inizia nel centro visitatori del campo principale con la visione di un filmato illustrativo di circa 20 minuti. Poi si oltrepassa il famigerato cancello con la scritta “Arbeit macht frei” e si entra nel vivo della visita. E’ difficile trovare le parole. Questo luogo vi lascerà un senso di ingiustizia, di rabbia e di angoscia impossibili da descrivere. Noi abbiamo scelto questa escursione e abbiamo avuto la fortuna di trovare una guida italiana splendida, che ci ha aiutato ad entrare con delicatezza nell’orrore.

E’ stata una visita dolorosa che lascia senza parole e che non mi sento di descrivere nel dettaglio. Si visitano le baracche, i forni crematori, i luoghi in cui i prigionieri venivano adunati. Si ascoltano storie crudeli e si vedono foto raccapriccianti. Ci sono montagne di capelli umani, che venivano venduti all’industria tessile. Migliaia di scarpe, occhiali e oggetti stipati dietro a delle vetrate. Ci si raccoglie davanti al Muro della Morte, dove i prigionieri venivano trucidati.

Al termine si prende il pullman e si passa alla visita di Birkenau (Auschwitz 2). Qui si possono ancora vedere i binari che raggiungevano il centro del campo.

Birkenau
Birkenau

Era presente anche mia figlia di 11 anni. E’ impossibile da capire e da spiegare, si rimane muti di fronte al sadismo e all’insensatezza. La visita è consigliata a partire dai 14 anni ma permessa anche ai bambini e ai ragazzi più giovani, la scelta spetta ai genitori.

Concludo dicendo che questo viaggio a Cracovia mi ha lasciato tantissimo, più di tanti altri viaggi che ho fatto in mete lontane ed esotiche.

Dove dormire a Cracovia con i bambini

A Cracovia ci sono hotel per tutti i budget. Noi abbiamo scelto su Booking.com il Leonardo Boutique Hotel Krakow Old Town. La sua posizione è comodissima, perché si trova tra la città vecchia e il castello Reale. E’ moderno e pulitissimo, ma le camere non sono enormi, e possono ospitare al massimo 3 persone.

 

1 Comment

  1. Caro team, grazie per i consigli. Siamo una coppia con 8 figli e Cracovia sembra la destinazione ideale sia per la logistica che per il budget.
    Seguiremo il vostro percorso pedissequamente.
    Grazie, siamo vostri lettori appassionati
    Brenda e Maicol

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.