Cosa fare e vedere a Porto (con bambini)

porto al tramonto

Cosa fare e vedere a Porto con bambini (o anche senza?). Porto è la seconda città del Portogallo ed è piena di luoghi interessanti che meritano di essere visitati. Porto è un po’ come San Francisco: un saliscendi di strade e stradine ripidissime – molto più che nella città californiana. In basso scorre il fiume Douro e dall’altra parte la città continua nella stessa maniera: solo che non si chiama più Porto ma Vila Nova de Gaia. Se non prestate attenzione, non vi sembrerà neppure di aver cambiato municipalità – tranne che a Vila Nova de Gaia si trovano le cantine del vino porto ed a Porto no.

In questo post vi parlerò principalmente di cosa fare e vedere sia a Porto che a Vila Nova de Gaia (con un occhio di riguardo a chi viaggia con bambini). Vi dirò anche quali sono i 10 luoghi di Porto legati ad Harry Potter e dove trovarli (l’autrice abitava a Porto quando ha iniziato a scrivere la saga del maghetto) e vi scriverò quali sono stati i ristoranti che abbiamo provato e, soprattutto, apprezzato. Noi siamo stati nel mese di luglio, ed il tempo era piacevole ma… c’era una marea di gente. Se ne avete la possibilità scegliete le mezze stagioni; non ve ne pentirete.

Il fiume Douro

In barca sul Douro

Come vi ho già scritto, il fiume Douro (Duero in italiano), lungo 572 km, divide Porto da Vila Nova de Gaia. Inizia il suo cammino verso il mare in Spagna, dove scorre per 572 km, poi per altri 112 km segna la linea di confine fra Spagna e Portogallo 213 in terra portoghese, prima di arrivare appunto a Porto. Dopo il Tago (il fiume di Lisbona) e l’Ebro, è il terzo più lungo della penisola iberica.

A proposito del Douro: non importa da quale parte della città vi trovate, lungo il fiume partono regolarmente gite a bordo di piccole o grandi imbarcazioni – anche su rabelos, le barche tradizionali che in passato trasportavano le botti di vino dai vigneti alle cantine Vila Nova de Gaia. Ci sono gite brevi (circa 70 minuti) che passano sotto i 6 ponti della città ed arrivano quasi fino al mare (fatta, portatevi una maglia, tira un vento pazzesco!), oppure escursioni di un giorno nella Valle del Douro, per ammirare i famosi vigneti.

luoghi di harry potter a porto
Fonte Dos Leos

Cosa vedere e cosa fare a Porto

Porto non è enorme e per visitarla in maniera discreta bastano pochi giorni. Questi sono i luoghi che come famiglia ci hanno colpito maggiormente. Se vi interessa scoprire qualche angolo di città con gli occhi di una mamma local, non perdetevi questa intervista:

Susy di parla della sua città: Porto

Chiese ricoperte di Azulejos

Carmo e Carmelitas

A Porto, fra i luoghi più suggestivi da vedere, ci sono le chiese ricoperte da azulejos. Le azulejos sono delle piastrelle di ceramica di colore blu e bianco, tipiche del Portogallo. Sono decorate riccamente con disegni floreali oppure geometrici, ma servono anche a comporre “quadri” o “facciate” più grandi, ripercorrendo fatti religiosi, storici o battaglie. Ai bambini piaceranno moltissimo. Chiese da non perdere sono l’Igreja de Santo Ildefonso (R. de Santo Idelfonso), la Capela das Almas (R. de Santa Catarina) e soprattutto le fiancate delle chiese adiacenti Igreja do Carmo e Igreja dos Carmelitas (R. do Carmo). Vale la pena vedere anche il chiostro della Cattedrale di Porto (Terreiro da Sé).

Stazione di Sao Bento

sao bento porto
L’atrio della stazione di Sao Bento

Vi sono piaciute le azulejos delle chiese? Allora la cosa da fare a Porto è andare con i bambini alla stazione ferroviaria di Sao Bento. Vi dico subito il motivo: la stazione, piccolina, è probabilmente la più bella al mondo. L’atrio centrale è ricoperto da 20’000 azulejos della grandezza di 15×15 centimetri che occupano una superficie di 14 metri di larghezza per 42 di lunghezza, Cosa è rappresentato? Scene prese dalla storia portoghese oppure la vita quotidiana della gente dei secoli passati, ad esempio le donne che si recano alla fontana per riempire otri e caraffe. Insomma, una panoramica in bianco e blu a 360 sul Portogallo del passato. L’artista che l’ha creato si chiama Jorge Colaço

Libreria Lello & Irmão (scale di Hogwart)

libreria lello e irmao
La scalinata delle libreria Lello & Irmão

Un’altra cosa da vedere a Porto? Visitare la Libreria Lello & Irmão… va bene per tutti: adulti e bambini – non ha importanza se grandi lettori oppure no. Questa è una delle tre librerie più belle al mondo e vi lascerà incantati. Ricordatevi che si entra come in qualsiasi altra attrazione turistica, ovvero acquistando un biglietto (in anticipo). J.K. Rowling, che ha vissuto per anni a Porto, si è ispirata all’antica scala di legno a forma di otto per le scale di Hogwarts, quindi tra turisti e appassionati di Harry Potter, viene visitata da oltre 1000 persone al giorno. Oltre alla scala, non perdetevi il soffitto di vetro colorato della sala superiore, le centinaia di ornamenti preziosi, i busti di alcuni importanti scrittori portoghesi.

Per saperne di più sui luoghi e legami Harry Potter e Porto, eccovi un post dettagliato:

Tutti i luoghi di Harry Potter a Porto

Il quartiere della Ribeira

La case colorate di Riberia

Ribeira è lo storico quartiere di Porto che si affaccia sul fiume Douro. Cosa vedere? Tutto e niente in particolare. Qui potete assaporare l’atmosfera di un tempo, passeggiando fra case con facciate colorate e riccamente decorate (patrimonio UNESCO) e stradine strette e tortuose. Quasi tutti sono negozietti o ancora più spesso ristorantini – dove non abbiamo mai trovato posto. Andandoci di notte, la zona è ancora più animata che di giorno, ma anche più suggestiva, in particolare la vista sul ponte Luis. Se avete tempo, entrate nella chiesa di São Francisco ed ammirate i pannelli intagliati e ricoperti d’oro. Stupite i bambini dicendo che sono stati utilizzati oltre 300 kg di polvere d’oro; ovvero 15 milioni al costo di oggi. AI bambini piccoli potrete anche dire il peso di un leone e di una leonessa messi assieme.

Palácio de Cristal

SUper Bocl Arena / Palacio de Cristal

Quando si dice Palacio de Cristal, gli abitanti di Porto pensano subito ai giardini – ma il palazzo in se è un’arena sportiva moderna – la Super Bock Arena, che prende il nome dalla deliziosa birra locale. Per una vista a 360 gradi sulla città di Porto ci sono tour guidati di 40 minuti che vi conducono sul tetto, mentre le salite individuali non sono possibili. Una cosa da fare con i bambini è quella di visitare i giardini, che sono fra i più belli di Porto. Potete visitare varie zone tematiche (piante aromatiche e medicinali, orto botanico, giardino dei sentimenti) ma soprattutto incontrare simpatici pavoni. Da sopra l’orto botanico la vista sul fiume è stupefacente. Guardate a destra, dopo aver disceso qualche gradino: c’è un’apertura nel muro. Uscite di lì e scendete verso il fiume; c’è una stradina pedonale davvero suggestiva.

 Football Club Porto Museum 

cosa vedere a porto
Museo Football Club Porto

Il club calcistico di Porto gioca la sue partite casalinghe nello Estádio do Dragão (Stadio dei Dragoni), e qui per i piccoli appassionati di calcio c’è un bel museo interattivo ubicato sotto le tribune. Si chiama Museu do Futebol Clube do Porto by BMG ed è, ovviamente, dedicato alla storia della squadra di calcio Nelle 27 aree tematiche ripercorrerete eventi storici, partite, coppe, titoli e giocatori del club, Insomma, va bene soprattutto per gli appassionati – per tutti gli altri, il museo è troppo grande e la visita è decisamente troppo lunga.

World of Discoveries

Ecco un museo interattivo tutto dedicato al mondo delle scoperte portoghesi. Si parla in particolare di navigatori ed oceani (ed è la parte ben fatta) e del colonialismo. Qui l’approccio non è dei migliori, nel senso che manca di senso critico verso le popolazioni locali, che non sempre sono state trattate in maniera corretta. Ai bambini comunque piacerà, ci sono un sacco di bottoni da premere Ve lo consiglio solo se siete a corto di cose da fare a Porto. Bonus finale: la visita si conclude con una inaspettate gita in barca che fa il giro di diverse “parti del mondo”.

Cosa vedere e cosa fare a Vila Nova de Gaia

Vila Nova de Gaia, nel distretto di Porto è anche la città gemella di Porto al di là del fiume Douro. Qui arrivavano dalla campagna le botti piene di vino porto e qui si trovano tutte le cantine del vino porto. Ma c’è di più: il lungofiume è pedonale ed è pieno di localini pieni di vita. Veniteci di giorno e di sera, c’è sempre molta vita.

Jardim do Morro

Cosa fare e vedere a Vila Nova de Gaia? Per prima cosa andrei al Jardim do Morro, che è un posto privilegiato dove ammirare il fiume Douro dall’alto, e le due sponde della città. La vista è davvero incredibile. Si trova proprio al di là del ponte Luis quindi potete arrivarci a piedi da Porto (il ponte è camminabile, se non soffrite di vertigini) oppure in metro. E’ un bel giardino verde, vasto e molto curato, con area giochi per bambini. Qualcuno ci ha detto, ma non lo posso confermare, che i migliori tramonti su Porto si vedano da qui. Da sotto il Jardim do Morro parte il teleforico.

Il teleferico

Siete al Jardim do Morro e volete scendere al fiume? Ovviamente potete camminare, tanto è tutto in discesa ed anche i sassi rotolano. Però ecco, ai bambini piacerà certamente prendere la funivia, che si chiama Teleferico ed è sempre un bel diversivo. Il biglietto si compera online (non ho visto nessuno sportello fisico!) usando un codice QR sul posto oppure su questo sito. Detto fatto, siamo saliti subito a bordo – c’erano poche persone – e in pochi minuti ci siamo ritrovati al livello del mare, proprio davanti alle cantine del porto.

Le cantine del porto

cosa vedere a vila nova de gaia

Cosa vedere a Vila Nova de Gaia, mentre siete a Porto? Ma certo, le cantine del vino. Le visite sono generalmente a pagamento e alla fine vi offrono un paio di bicchierini come degustazione… quindi se vi piace il sapore dolce del porto, magari potete visitare una cantina diversa ogni giorno. Noi abbiamo visitato la cantina Calem, la cantina di Ferreira costruita su un antico convento e ovviamente la cantina Sandeman. Con i bambini piccoli vi consiglio la Sandeman, perché chi vi porta in giro è vestito da Don Sandeman (e probabilmente i vostri figli lo scambieranno per Zorro per via del mantello nero)

Casa de Bacalhau

porto ristoranti da vedere a vila nova de gaia
Casa de Bacalhau

Un’ultima cosa da vedere (e da fare) a Vila Nova de Gaia è ammirare l’interno la casa do Bacalhau (sembra una libreria antica!) e mangiare un pastel do Bacalhau, ripieno di deliziosissimo formaggio di capra fuso. Uno, mi raccomando: è buonissimo ma è tutto fuorché leggero: si posa come un mattone sulla pancia. Troverete a Porto molti luoghi dove mangiare i pastel de bacalhau, ma nessuno si avvicina minimamente a quelli della casa. un indirizzo alternativo è la location a Porto, accanto Torre do Clérigos, ma non è così spettacolare come location.

Dove mangiare a Porto e Vila Nova de Gaia

cafe majestic luoghi Harry Potter a Porto
Cafè Majestic

Premetto che a Porto si mangia bene ovunque – o quasi. Divisa in due dal fiume e stretta fra il mare e le montagne, c’è davvero di tutto. Devo dire che, in generale, i cibi tipici sono abbastanza “impegnativi”, forse troppo per alcuni bambini. C’è la Francesinha, un ricchissima panino imparentato con il croque-monsieur. C’è anche la tripas à moda do Porto che oltre alla trippa prevede legumi, salsiccia di maiale affumicata, prosciutto affumicato, pollo e carote. E poi c’è il Polvo com molho verde bollito e servito con un trito di cipolle, aglio e prezzemolo, olive e uova sode. Infine ci sono le polpette di baccalà – che sono le uniche che abbiamo assaggiato – in un luogo davvero magico.

Non vi lasceremo comunque morire di fame. A Porto si trova di tutto. Quali sono i ristoranti che abbiamo gradito maggiormente? Li trovate nel post:I

Consigli top: ristoranti dove mangiare bene a Porto

Muoversi a Porto

I vecchi tram di Porto

Come muoversi a Porto? Se per le altre città basta camminare, appena vi allontanate dal fiume Porto è decisamente in ripida salita (e noi ne abbiamo fatte tante!). Se siete con i bambini piccoli , pianificate bene gli spostamenti.

Se siete “in alto” a Porto e volete andare alla funivia di Vila Nova de Gaia, dietro la stazione di Sao Bento c’è la metropolitana. Scendete alla prima fermata, Jardim do Morro. La metropolitana scorre in alto e probabilmente vi sarà di poco aiuto per altri spostamenti.

La Praia de Matosinhos è la miglior spiaggia facilmente raggiungibile da Porto e potete raggiungerla con lo storico tram nr 1. Il capolinea in città è Infante, a pochi passi dal Palacio da Bolsa. Questo post, non nostro, è veramente ben scritto.

Dei percorsi dei bus abbiamo capito ben poco. Solo una volta tornati a casa abbiamo scoperto un’utilissima app, la MOVE_ME.AMP. Potete scaricarla qui per Android e qui per Apple e Ipad.

Infine… perchè non predere un taxi? In città ce ne sono tanti e sono anche economici. Noi abbiamo conosciuto Jorge dall’aeroporto andando verso la città e ci siamo fatti dare il numero di telefono (+351 913 155 064). Non parla italiano ma portoghese e spagnolo. Se gli inviate un messaggio whatsup in italiano, vi capirà.

Leave a Reply

Your email address will not be published.

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.