Gita in battello elettrico sul Lago di Lugano

Lo sapevate che la storica motonave MS Ceresio 1931, dopo la ristrutturazione avvenuta negli scorsi anni, è oggi il primo battello 100% elettrico a ricarica rapida della Svizzera? Ed è anche il primo a trasportare quotidianamente passeggeri: un battello completamente rinnovato in grado di ridurre notevolmente l’impatto ambientale in una veste tutta green. E noi, grazie alla collaborazione con AIL Lugano, abbiamo avuto l’opportunità di goderci una splendida giornata sul lago proprio su questo battello elettrico.

battello elettrico
Il battello MS Ceresio 1931
battello elettrico
Il battello MS Ceresio 1931

Progetto Venti 35

Il progetto “Venti 35” è nato da un unione tra AIL e la società di navigazione del lago di Lugano con il supporto della città di Lugano. L’obiettivo è quello, entro il 2035, di sostituire tutta la flotta della SNL con battelli elettrici sui laghi ticinesi. Quindi implementare un nuovo concetto di mobilità sostenibile e integrata a emissioni 0.

Alcuni dati

  • Velocità massima: 24 km/h
  • Portata massima: 240 posti (tra interno ed esterno)
  • Capacità di autonomia della batteria: ca. 6 ore

Il percorso “Green Line”

ll percorso della Ms Ceresio 1931: parte da Lugano passando per Paradiso, San Rocco e arriva a Gandria. E’ attivo solo in settimana quindi non al sabato e alla domenica. Ci sono attualmente 3 corse giornaliere, verificate gli orari sul sito: www.lakelugano.ch così come le tariffe (possibilità di biglietti per famiglie).

Gandria
Lo splendido villaggio di pescatori di Gandria
Gandria
Gandria dal battello

Tra le vie di Gandria, l’antico villaggio di pescatori

Gandria
Uno scorcio di lago
Gandria
Dettagli simpatici di Gandria

L’idea iniziale era quella di visitare il nucleo di Gandria e tornare a Lugano a piedi attraverso il sentiero di Gandria e il sentiero dell’olivo (vedi articolo dedicato: “Il sentiero di Gandria con bambini (anche piccoli)” , magari fermandoci a fare un tuffo nel lago al Lido San Domenico.

Visto però l’eccessivo caldo e la poca motivazione del gruppo, abbiamo preferito rimanere a Gandria e goderci un ottimo pranzo con vista lago (consiglio il Ristorante Locanda Gandriese) e ripreso il battello elettrico nel pomeriggio per tornare a Lugano. I ragazzi si sono divertiti molto a scoprire scorci di questo antico villaggio che sembra essersi fermato nel tempo.

La cosa che invece maggiormente mi ha colpita di questa gita in battello elettrico, è stato il silenzio e la calma, sembrava di volare sull’acqua, si sentivano solo le onde del lago. Una sensazione stupenda, come essere in barca a vela! Ci congratuliamo davvero per il bellissimo progetto che è stato avviato.

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è AIL-Banner-300x250-Mini-Mi.png

Questo contenuto è stato promosso da AIL

Leave a Reply

Your email address will not be published.

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.