Gaia: una notte sotto le stelle in Ticino, con bambini

gaia Gorda

Dormire  una notte sotto le stelle in Ticino, a chi non piacerebbe trascorrere una notte indimenticabile? E’ sempre stato uno dei miei sogni, e recentemente questo desiderio si è trasformato in realtà. Dove? In Valle di Blenio, a Pian Brujé. Se vi dico che qui si trova la Capanna Gorda forse è più chiaro. Giusto per essere chiari: non abbiamo dormito all’aperto ma all’interno di Gaia, quella piccola e deliziosa struttura in legno e vetro che appartiene al progetto Million Stars Hotel di Svizzera Turismo. Insomma, campeggio di lusso: glamping!

Vuoi sapere cosa fare nella Valle di Blenio con bambini? Leggi le nostre esperienze.

Ma perché proprio Gaia? Il nome è l’adattamento italiano del nome greco Gea, la Dea della Terra. Gaia era quindi considerata come la suprema madre e la fonte di tutta la fecondità della natura. In Ticino una notte trascorsa sotto le stelle all’interno di Gaia (ma con le comodità della vicina capanna Gorda) è un modo unico per sentirsi a contatto con la natura, con la notte e con il cielo.

La nostra notte sotto le stelle di Gaia a Gorda

Un letto per due… ma con un bambino si fa anche per tre!

Arriviamo alla capanna Gorda al mattino, per pranzo – con l’idea di goderci tutta la giornata. Nel pomeriggio prendiamo possesso del nostro mini alloggio: proviamo il letto che è comodissimo ed apprezziamo i copricuscini e e lenzuola con i cuoricini rossi in stile folk-appenzellese. Ci stendiamo un attimo ed inizia a piovigginare. Giornata rovinata? Anche no… è bello sentire le goccioline infrangersi sul soffitto trasparente. Appene smette, andiamo in capanna a fare merenda – un bel tiramisu in stile Gaia. Poi aperitivo, giocando a carte… e poi cena, una bourguignonne di cervo e cinghiale all’olio di cocco.

Andiamo a letto presto, per scelta. Vedere i colori del cielo cambiare è meraviglioso: prima blu cobalto, poi blu scuro, poi buio. Stelle? Una sola! In compenso sentiamo i campanacci delle mucche del vicino alpe. Ci fanno compagnia ed anche da ninna-nanna. Chi si sveglia alla 1.30 del mattino, nota un cielo stellato alla Van Gogh e sveglia gli altri: che spettacolo! Ci riaddormentiamo quasi subito (sempre per via dei campanacci delle mucche) e ci svegliamo all’alba, sorridenti. Adesso si sentono le marmotte fischiare e qualche temerario sta già alendo verso il nido d’aquila. Noi, pigramente, andiamo a fare colazione prima di ridiscendere a valle. E per citare Fred Buscaglione: “che notte quella notte!”.

Se vuoi sapere come raggiungere la Capanna Gorda, leggi il post.

Dormire a Gaia (Gorda): informazioni pratiche

Per dormire a Gaia bisogna prenotare sul sito di Million Stars Hotels, non direttamente alla Capanna Gorda. Se non trovate notti libere, riprovate dopo pochi giorni: spesso ci sono cancellazioni. Noi avevamo cercato di prenotare un mese prima e nulla… nessuna disponibilità per la notte desiderata. Controllando ogni giorno, 5 giorni prima si è liberata. La colazione è compresa, la cena no – ed è servita alla capanna Gorda. In teoria sulla mail di conferma potete scegliere il menu: io quella mail non l’ho vista.

Ufficialmente a Gaia possono dormire due persone sotto le stelle, ma noi ci siamo stati comodi in tre (il terzo era il bambino) visto che il letto è ampio 180 cm. All’interno c’è un armadietto, un minibar, un appendiabiti, riscaldamento (in inverno), 5 prese elettriche e 2 prese USB – che non abbiamo capito come fare funzionare. All’esterno, sul piccolo balconcino adornato con gerani, due sedie, un tavolino ed una sdraio. Tutto bellissimo e ben curato. Da sapere: all’interno di Gaia non ci sono bagni o docce, si usano quelli della capanna – a 30 metri circa.

Tutti i luoghi dove passare una notte sotto le stelle in Ticino

notte sotto le stelle a Gaia, Ticino
Il cielo blu cobalto, prima del buio

Vi interessa trascorrere una notte sotto le stelle in Ticino e Gaia è occupata? Nessun problema: in Ticino ci sono altri 6 Million stars hotel, ed una simpatica alternativa della capanna Gambarogno. Eccoli:

1. Momò Bellavista sul Monte Generoso

Nei pressi della stazione intermedia Bellavista. Un micro-alloggio immerso nella natura con tetto in vetro. Per colazione ricevete un cestello pieno di prodotti locali.

Approfittatene per salire al Monte Generoso e visitare la grotta dell’Orso

2. Golf Night Experience Losone

All’interno del Golf Club di Losone. Si dorme in una bolla in policarbonato trasparente, con WC integrato, jacuzzi e zona relax con barbecue.

3. Night Sky Tamaro

All’interno del Camping Tamaro Resort 5* di Tenero. Si pernotta in un particolare cubo con terrazza ammobiliata e vista sul cielo stellato. Ci sono 4 posti letto.

4. Tree Tent Parco San Grato

gambarogno starsbox
Starsbox, Monte Gambarogno

A Carona, all’interno del Parco San Grato. Si dorme in una tenda appesa agli alberi (solo in caso di bel tempo).

Approfittatene per godere dei profumi e colori del Parco San Grato

5. Una cupola fra i vigneti

Dormire fra i vigneti del Bed&Breakfast Vallombrosa a Castelrotto, in una cupola geodetica con bagno, angolo cottura e piccolo soggiorno.

6. Stars Suite Alpe Nimi

Sopra Gordevio, accanto all’alpe Nimi. Si dorme proprio sotto le stelle, su un letto a castello all’esterno. Attenzione: l’Alpe Nimi è accessibile sono a piedi, con 4-5 ore di cammino.

7. Starsbox Monte Gambarogno

Se vi va un’alternativa più spartana, che non fa parte dei Million Stars Hotel, sul Monte Gambarogno ci sono le Starsbox, delle minicasette con tetto apribile immerse nella natura.

Ve ne parliamo in questo post: Monte Gambarogno, gita panoramica con i bambini

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *