Blog di viaggi con bambini dalla Svizzera al mondo

0 In Home fun

Come gestire i bambini e la famiglia a casa in quarantena?

Svolgo la professione di Family Travel blogger da anni, scrivo e racconto di viaggi e attività da fare con i bambini. Abbiamo sempre condiviso luoghi meravigliosi, attività interessanti, passeggiate all’aria aperta e musei educativi perché il nostro obiettivo è quello di dare spunti e idee su come passare del tempo di qualità con i nostri figli.
Non avrei mai pensato di dovermi trovare un giorno davanti al mio computer a dover scrivere un post su come gestire il tempo a casa in quarantena con i bambini. Ma le cose cambiano e noi ci dobbiamo adattare. Sono sicura che torneremo presto a viaggiare e a scoprire luoghi pazzeschi, ma ora no, ora stiamo a casa e cerchiamo di raccogliere e apprezzare le cose positive anche di questo buio momento. E’ giunto il momento di apprezzare il tempo, di cui ne abbiamo perso il valore….

Come nel film di Benigni

Mi viene in mente il film “La vita é bella” di Benigni, dove da una situazione tragica (in quel caso la guerra) il papà é riuscito a far credere a suo figlio che si tratti di un gioco. E’ riuscito a evitargli la sofferenza, creando situazioni giocose. E’ un po’ quello che tocca a noi genitori oggi in questa situazione di quarantena con i bambini (anche se molto diversa, sia chiaro): creare situazioni divertenti, cercando di sdrammatizzare un pochino la realtà (anche se questa deve essere spiegata chiaramente ai bambini). Cerchiamo di trasmettergli serenità e di vivere questo momento di quarantena come un’ opportunità per stare in famiglia e passare del tempo insieme.

Lavoro non facile….

Facile da dirsi e più difficile da farsi, ovvio. Non é sicuramente una passeggiata gestire il lavoro da casa, i figli a casa da scuola , le mansioni domestiche e i tempi e bisogni che ogni membro della famiglia ha. Ma siamo tutti nella stessa barca, per cui l’unica cosa che possiamo fare é remare, ma tutti nella stessa direzione.

Per evitare di litigare tutto il giorno, per evitare di cadere in uno stato di apatia e senza motivazione, è essenziale al primo giorno di quarantena con i bambini, radunarsi in famiglia attorno ad un tavolo e definire insieme le regole e come strutturare le giornate.
Spiegate ai bambini la situazione, fate capire che senza collaborazione di tutti sarà più difficile affrontare questo delicato momento.

Come strutturare la giornata a casa

Trovo sia molto importante pianificare giornalmente l’alternanza di momenti diversi che sono suddivisi tra:

  • Lavoro da casa (per i genitori), compiti o studio (per i bambini)
  • Attività fisica o di movimento (se si può, passeggiata nel bosco o all’aria aperta, se non si può, esercizi fisici a casa)
  • Momenti individuali di relax (lettura, gioco in camera, ascoltare musica, audiostorie, giochi online, ecc…)
  • Lavori domestici (pulire casa, apparecchiare/sparecchiare, rifare il letto, cucinare, mettere da lavare i vestiti, stirare, ecc…)
  • Attività di famiglia insieme (giochi di società, film, ecc…)

A livello pratico

Prendete un foglio grande ed un pennarello. Suddividete i giorni della settimana e gli orari della giornata. Cercate di alternare i momenti descritti sopra (almeno un momento al giorno) secondo orari precisi. Fate partecipare i bambini alla realizzazione delle regole, é importante che tutti i membri della famiglia partecipino.

Un consiglio: quando vi alzate al mattino , vestitevi e preparatevi tutti come se doveste uscire. Stare tutto il giorno in pigiama non vi darà di sicuro la motivazione giusta per affrontare con energia la giornata!

Anche se potrebbe sembrare un programma da caserma militare, sono convinta che queste regole precise in famiglia e la routine quotidiana aiutino a rendere migliore la convivenza; vedrete che i bambini ne saranno felicissimi. Tocca a voi metterci quel tocco di allegrìa e fantasìa….

Sul blog trovate già alcune idee per esperimenti scientifici da fare con i bambini a casa:

Seguiranno tante idee di attività da fare a casa in quarantena con i bambini….

 

You Might Also Like

No Comments

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.