In Europe/ Italy

5 passeggiate da fare in Valle D’Aosta con i bambini

valle d'aosta con bambini

Sono sincera, pur avendo sempre amato la montagna, non conoscevo la Valle D’Aosta, con bambini o senza. Quando abitavo in Romagna, per la sua prossimità, ero abituata ad andare in Trentino Alto Adige e perciò questo angolo d’Italia era una zona che non avevo ancora avuto l’occasione di esplorare!

Ora che si sono stata posso dire ora senza esitazioni che le montagne che compongono lo scenario della Valle D’Aosta siano splendide nella loro imponenza e offrano panorami selvaggi e commoventi, dai colori sgargianti; non per niente il Monte Bianco, il Monte Rosa, il Cervino e il Gran Paradiso vengono giustamente chiamati  “i giganti delle Alpi”.

Strada facendo, se avete tempo, fate una sosta al Forte di Bard (ovviamente in località Bard, proprio all’imbocco della valle d’Aosta) per visitare un museo tutto dedicato alla montagna e pensato proprio per i bambini; si chiama Le Alpi dei Ragazzi. ed è veramente istruttivo ed interattivo. Qui potete leggere il nostro post sul Forte di Bard.

Valle d’Aosta con bambini: come, dove e perché

passeggiata in Valle d'Aosta

Un dettaglio non trascurabile, per chi vive in Ticino, è il fatto che le montagne della Valle d’Aosta si trovano davvero molto vicino. Noi abbiamo scelto di soggiornare a La Salle (1001 metri s/l/m), a pochi chilometri dalla rinomata località turistica di Courmayeur, nella zona del monte Bianco. Abbiamo prenotato uno chalet in un campeggio e ci siamo trovati molto bene!

In una settimana di vacanza in Valle d’Aosta abbiamo avuto l’occasioe di intraprendere 5 bellissime escursioni: alcune sono state semplici passeggiate adatte a tutti (bambini piccoli compresi), altre più impegnative ma comunque adatte ai bambini più grandi – sempre se allenati. E ci siamo anche “regalati” una bellissima via ferrata. Vediamo quindi nel dettaglio le nostre passeggiate in Valle d’Aosta! A proposito: tutti i tempi sono per andata e ritorno, con moltissime pause!

1. Rifugio Deffeyes (m. 2494) e le cascate del Ruitor

panorama valle d'aosta

La prima delle nostre passeggiate in Valle d’Aosta è stata al Rifugio Deffeyes e alle cascate del Ruitor. Si parte da La Joux (La Thuille) ed è un giro di media difficoltà, fattibilissimo con i bambini  ma con un dislivello di mille metri, quindi  abbastanza lungo. Noi, andando con calma, abbiamo impiegato circa 6 ore. Il percorso è molto piacevole perché lungo il sentiero che conduce al Rifugio si incontrano tre cascate, tutte segnalate.

Una delle cascate in particolare è davvero imponente; portatevi un kway perché avvicinandovi alla cascata di sicuro vi bagnerete! Una volta superate le cascate si incontra un lago da cui si gode di un panorama davvero splendido, poi il sentiero si inerpica e si fa più duro, fino ad arrivare al rifugio. Lungo il sentiero abbiamo anche attraversato un nevaio ed è stato molto divertente camminare nella neve.

  • Difficoltà: media
  • Durata: circa 6 ore

2. Rifugio Elena (m 2055) e

alpi graie

Il Rifugio Elena, nella Val Ferret, fa parte del Tour del Monte Bianco e raggiungerlo non è difficile. Per andare al Rifugio Elena bisognerebbe parcheggiare la macchina ad Arnouva (vicino allo Chalet Val Ferret) e da li prendere il ripido sentiero che in circa un’ora porta al rifugio; noi però abbiamo deciso di lasciare l’auto a Lavachey ed abbiamo percorso a piedi il tratto di strada di circa 4 km che porta alla partenza per il rifugio.

Pur non essendo un sentiero, il panorama è bellissimo e il percorso, molto dolce,  è perfetto per i bambini. Lasciando l’auto a Lavachey il tempo di percorrenza fino al Rifugio Elena (andata e ritorno) è di circa tre ore e trenta. Cosa dovete aspettarvi strada facendo? Paesaggi memorabili, ovviamente: pascoli e vette a 360 gradi… e una volta arrivati anche un ghiacciaio millenario, il Pré de Bard.

  • Difficoltà: facile
  • Durata: circa 3 ore e 30

3. Rifugio Elisabetta (m 2168)

vale d'aosta con bambini, passeggiate

Come nel caso del Rifugio Elena, anche il Rifugio Elisabetta fa parte del Tour del Monte Bianco. E’ una passeggiata semplice ed adatte a tutti, compresi i bambini. Anche qui calcolate 3 ore e 30 di cammino, che però non sentirete “nelle gambe”, perché distratti da paesaggi davvero mozzafiato.

Lungo il sentiero che porta al rifugio Elisabetta ho potuto ammirare colori splendidi: il lago Combal, in cui si rispecchiano i monti che lo sovrastano, ha dei riflessi turchesi davvero inusuali, che esaltano ancora di più l’azzurro del cielo ed il verde deciso degli alberi… davvero uno splendido scenario!

  • Difficoltà: facile
  • Durata: circa 3 ore e 30

4. Rifugio Dalmazzi (m 2588)

rifugio dalmazzi

L’escursione al rifugio Dalmazzi è splendida, anche se non semplice – e la consiglio solo con bambini di almeno 8 anni. Noi abbiamo impiegato circa 5 ore. Si parcheggia ad Arnouvaz (stesso posto in cui si lascia l’auto per andare al Rifugio Elena) ed il percorso è piuttosto ripido. Superata la prima salita rocciosa (preparatevi ad usare anche le mani!), il sentiero prosegue su un costone di roccia che non è altro che una morena glaciale. 

La cresta rocciosa termina ai piedi di un nevaio; qui troverete delle corde che vi consentiranno di arrampicarvi senza scivolare. Una volta superato il nevaio il sentiero si fa decisamente ripido: troverete scale e corde fisse che vi aiuteranno nella salita e nella discesa. Dietro uno spuntone di roccia, come un miraggio, appare il rifugio, che si staglia tra le rocce nel suo giallo acceso… è davvero una enorme soddisfazione raggiungerlo e da lassù il panorama è splendido.

  • Difficoltà: medio-alta
  • Durata: circa 5 ore

5. Rifugio Monzino e la sua via ferrata (m 2590)

via ferrata con bambini

Questo è stato il pezzo forte della nostra vacanza e ne siamo tutti molto orgogliosi, soprattutto mia figlia di 8 anni! Si tratta di un ripido sentiero che include una via ferrata di moderata difficoltà per affrontare la quale è necessaria la relativa attrezzatura (casco, imbrago e moschettoni). Noi abbiamo noleggiato tutto il giorno prima a Courmayeur.

La via ferrata si può suddividere in 3 tratti: il primo è piuttosto semplice, mentre il secondo tratto è decisamente quello più lungo ed impegnativo. Qui occorre oltrepassare una barra rocciosa di circa 300 metri, superata la quale si riprende il ripido sentiero che porta all’ultimo tratto di ferrata, poi al Rifugio, che si erge imponente tra le rocce. Il panorama è davvero mozzafiato!

Questa escursione della Valle d’Aosta è consigliata con bambini a partire dagli 8 anni, visto che il dislivello è di circa 1000 metri. Voglio spendere qualche parola per ringraziare il gestore del rifugio Monzino, Mauro, che è anche un ottimo cuoco: grazie, torneremo a trovarti!

  • Difficoltà: alta
  • Durata: almeno 5 ore

La prossima volta in Valle d’Aosta

in montagna in valle d'Aosta

Ora che ho trovato la strada non vedo l’ora di tornare in Valle d’Aosta con la mia famiglia per altre belle passeggiate. La prossima volta, però, vorrei esplorare un’altra zona: quella del Parco Nazionale del Gran Paradiso, nelle Alpi Graie.

 

You Might Also Like