In Italy/ Mom of the month

Napoli (Italia): intervista ad Anna

La mamma di  questo  mese ci porta alla scoperta di Napoli, città di mare che sorge sotto il maestoso Vesuvio. Conosciuta in tutto il mondo per la sua famosa pizza, Napoli é anche città di cultura, di  storia e tradizioni. Anna ci racconta della sua Napoli, e dei suoi segreti per visitarla al meglio con i bambini.

NapoliRaccontaci un po’ chi sei  e quali legami hai con Napoli…

“Prima di raccontarvi la mi esperienza mi piacerebbe presentarmi : sono Anna, una ragazza di 26 anni. Mi reputo molto solare , carismatica e con tanta voglia di fare ed imparare.
Una delle cose che amo di più è stare in mezzo alla natura e ai bambini. Lavoro in una ditta di trasporti e logistica. Inoltre, sono una giovane mamma di una bambina di quasi sei anni: Sophia.
Vi racconto quello che si potrebbe fare a Napoli, la mia città natale, nella quale ho vissuto per solo un paio d’anni, dopodiché i miei genitori hanno deciso di trasferirsi al nord dell’Italia.
Napoli è una città strepitosa, una metropoli fatta di estremi e contrasti. Un groviglio di storia e cultura, circondata da quartieri poveri come ad esempio quelli spagnoli, affiancati a vie dello shopping e beni culturali. La parte del lungo mare invece, lascia ammirare il fantastico panorama. Napoli è una città da poter visitare molto bene in famiglia con i bambini.”

Napoli centroQual’è la stagione migliore per visitare la città?

“Consiglierei di visitare la città in primavera o in autunno, dove le condizioni climatiche, soprattutto il caldo, non risulta soffocante da rovinare la vacanza.”

Con che mezzo é più comodo visitare Napoli?

“Come tutte le grandi città è ben organizzata con tutti i mezzi di trasporto. Mette a disposizione: autobus, alibus, taxi, circumvesuviana e metropolitana. Con i bambini è consigliabile utilizzare lo Sightseeing bus, che permette di scendere nei punti turistici della città, e sull’autobus è possibile ascoltare l’audioguida.

Napoli bus
Consiglio di sperimentare due percorsi: uno dedicato al centro storico e l’altro al lungo mare di Mergellina e la zona panoramica di Posillipo.”

Cosa dobbiamo assolutamente vedere se vogliamo andare a Napoli con i bambini ?

“Presso il lungomare di via Chiaia ci sono vari ritornati/pizzeria con vista mare. Sarebbe bello poter iniziare la visita assaporando  con i bambini una buona pizza. Il ritornate che a me è piaciuto in particolare sia per il servizio che per la qualità offerta è :”La Regina Margherita”.
Dopo aver pranzato, carichi, una delle attività bellissime da poter fare con i bambini si trova a Bagnoli, in una ex area industriale recuperata dopo l’incendio del 2013. Dove si trova La Città della Scienza (il Science Centre)  che offre vari stimoli ed attività per bambini di ogni fascia di età, e non solo. Consigliata anche per adulti. All’interno del quale si trova Planetaria in 3D e Corporea, un museo interattivo dedicato al Corpo Umano. Da poco costruito, Corporea permette di poter fare molti giochi divertenti come fare un viaggio nel sistema circolatorio, oppure giochi di abilità e memoria per capire come funziona il nostro corpo.  Napoli museoPlanetaria 3d invece, è un percorso che dura 30 minuti dove è illustrato in modo semplice il sistema solare.
Nella parte salvata dall’incendio si trovano la Mostra del mare e l’officina dei piccoli. Anche qui tante attività organizzate da poter partecipare con i più piccoli.

Un altro gioco, molto carino da poter fare con i bambini (e non solo) è a Piazza del Plebiscito.
Napoli piazzaNel centro della pizza sono posizionate due statue del Canova. Il gioco consiste nel percorrere una traiettoria lunga 170 m, bendati o ad occhi chiusi, cercando di attraversare la piazza e ritrovarsi in mezzo alle due statue. Si dice che misteriosamente mai nessuno sia riuscito ad oltrepassarlo, ma o a causa della pendenza della pizza, o alla leggenda della Principessa Margherita ci si ritrova o a destra o a sinistra delle statue. Insomma, da provare….”

Ci potresti consigliare 3 hotel con fasce differenti di prezzo?

 Un ricordino di Napoli da portarsi a casa….

Napoli presepe“Direi che per ogni gita fuori porta o vacanza, è impossibile tornare a casa a mani vuote. È bello poter acquistare qualcosa che nel corso degli anni ci possa ricordare un avvenimento in particolare. A Napoli ci sono tantissimi souvenir, come ad esempio: le statuine Napoletane, strettamente legate alla città e alla sua cultura, nonché legate ai presepi; i famosi cornetti, in quanto gli abitanti napoletani sono molto superstiziosi ed in fine Pulcinella, la famosa maschera, proposta spesso come statuetta.

 

You Might Also Like