In Italy/ Travels

Giro del lago di Varese su ciclopista (compreso di pic nic)

Avete voglia di portare la vostra famiglia a cimentarvi in una piccola avventura su due ruote, magari aggiungendovi anche un sano e gustoso pic – nic?  A pochi chilometri dal confine svizzero c’e una ciclopista che ben si adatta alle esigenze di tutti! Si tratta della pista ciclabile che costeggia il lago di Varese e permette di compierne il giro lungo un percorso (tutto in pianura) di 28 km, che richiede quindi un impegno di circa 3 ore.

Lago di VareseNon avete le biciclette? Oppure siete in tanti come noi e non avete spazio per tutte le biciclette in macchina? Anche questo non è un problema. Vi sono numerose strutture predisposte al noleggio delle biciclette. Noi abbiamo scelto un agriturismo che si trova in località Schiranna (frazione di Varese). Qui abbiamo potuto noleggiare due city bike, una delle quali munita di un comodissimo carretto nel quale hanno preso posto due dei nostri bambini. 

L’azienda agricola, oltre ad offrire una vasta gamma di prodotti  di produzione propria, ha avuto anche una brillante idea (a mio avviso davvero simpatica):”prenota la tua bici e, se vuoi, il tuo cestino pic-nic”! A questo punto non resta che montare in sella, posizionare i cestini sulla bici e partire.

Lago di VareseLa pista ciclabile del lago di Varese

Il percorso attorno al lago di Varese si svolge interamente su una pista ciclabile (quindi chiusa al traffico e frequentata unicamente da pedoni e ciclisti), che prevede alcuni piccoli attraversamenti di strada, gestibili comunque senza difficoltà anche con i bambini.

Lago di VareseIl percorso è ben segnalato in ogni suo punto e dispone di diverse fontanelle (anch’esse accuratamente marcate su appositi cartelli) per riempire le borracce. Si tratta di una gita davvero piacevole che permette di godersi l’ambiente lacustre e scorci suggestivi in tutta tranquillità (senza faticare eccessivamente). I miei bimbi nel carretto si sono divertiti un mondo, temevo si sarebbero annoiati, invece ridevano a crepapelle durante le piccole discese, esaltati dalla velocità che prendevano e tifano per il papà alla prese con le piccole salite spronandolo ad andare più forte!

Punti di interesse

Lungo il percorso del lago di Varese, si possono  visitare alcuni punti di interesse:

 Lido di Schiranna:

Nel nostro caso corrisponde anche al punto di partenza della gita e offre la possibilità di effettuare vari sport acquatici (la struttura dispone anche di una piscina) o una tranquilla passeggiata nel contiguo parco Zanzi, Qui all’ombra di grandi alberi si trovano numerosi giochini per i bimbi (giostre, trenino, salta-salta) e tavoli da pic-nic.

Il santuario della Madonna del lago:

Chiesetta nei pressi di Azzate, edificata in forma di Oratorio nel 1697 e successivamente risanata e ampliata dalla comunità azzatese nel 1896. Il suo interno si compone di un’unica semplice navata sul fondo della quale è collocata l’abside dove si trova una copia della Natività di Bernardini Luini.Lago di Varese madonna del lago

Le ghiacciaie:

Nei pressi di Cazzago Brabbia si trovano queste strutture edificate completamente in pietra alla fine del diciottesimo secolo, con tetti a forma conica (simili ai trulli) e che avevano la funzione di conservare al fresco il pesce appena pescato. Le ghiacciaie venivano infatti riempite durante la stagione fredda da lastroni di ghiaccio prelevati direttamente dal lago. Pensate che i blocchi di ghiaccio si conservavano per un anno intero, garantendo “l’effetto frigo” in tutte le stagioni. Per visitarle occorre mettersi in contatto con il comune di Cazzago Brabbia durante gli orari di ufficio. 

Lago di Varese ghiacciaiaChiostro di Voltorre:

Un chiostro medievale costruito tra il 1100 e il 1150, adagiato ai piedi del Campo dei Fiori, a suo tempo ospitava i frati benedettini mentre oggi è sede di varie mostre (calendario consultabile sul sito).  

chiostro di VoltorreIsolino Virginia:

Un piccolo isolotto di 9200 mq, in località di Baindronno, separato dalla terraferma da uno stretto canale detto il “Ticinello”. Ricoperto da una fitta vegetazione, ospita numerosi animali selvatici ed è uno dei siti di preistoria più famosi d’Europa. E’ sede infatti di un Museo Preistorico (visitabile da aprile ad ottobre) e di un percorso didattico all’aperto. L’isola è raggiungibile in barca da Biandronno o da Schiranna con un servizio pubblico. E’ importante ricordarsi di verificare orari e giorni di apertura del museo e servizio di navigazione. Lago di VareseArticolo pubblicato l’ 11 maggio su Extrasette, inserto del Corriere del Ticino. 

 

You Might Also Like