In Asia/ Thailand/ Travels/ World

Tailandia con bambini: Chiang Mai, seconda tappa

Arriviamo a Chang Mai, una bella cittadina nel nord, tra giungla e montagne. Questa sarà la nostra seconda tappa del nostro viaggio in Tailandia con bambini.Raggiungiamo Chiang Mai con un breve volo interno dalla capitale – Bangkok – dove abbiamo trascorso i primi 3 giorni all’inizio del nostro viaggio.

👉 Leggi anche il nostro articolo Tailandia con i bambini: Bangkok, prima tappa

Appena arrivati in città ci rechiamo al Khum Phaya Resort Centara, hotel composto da una serie bungalow in una giungla, vicino ad un fiume.
Carino, un po’ poco organizzato, ma abbiamo apprezzato molto la stanza con il patio interno privato composto da lettini per fare i massaggi. Ne abbiamo (ovviamente) approfittato regalandoci due super massaggi con scrub e oli vari, e i bambini?! Da parte a noi, sdraiati sul letto a guardare la televisione in thailandese (ci stava!)

chiang mai massaggi
Visita alla città di Chiang Mai, tra templi e mercati

Di primo mattino, ci avventuriamo per le vie della città, ammirando templi buddisti in ogni angolo (ce ne sono circa 300). I bambini rimangono affascinati dalla quantità di monaci che vi sono ounque.

in giro per chiang mai con bambini

chiang mai monaco buddistaVisitiamo molti templi, in particolare il tempio di Wat Phra Singh. Impressionanti le statue di cera che raffigurano i monaci (impieghiamo almeno 10 minuti a scoprire che non sono veri!).

tailandia con bambini, monaciNon possiamo non fare tappa al mercato locale. I prezzi della merce sono in effetti veramente più convenienti rispetto a Bangkok.

mercato a chiang mai

chiang mai statuette al mercatostreet food chiang maiDa non perdere la zona dedicata agli animali: mia figlia ha calpestato una biscia che é saltata fuori dal cestino (sicuramente ce lo ricorderemo per sempre!).

tailandia con bambini al mercato

Chiang Mai con bambini: conosciamo gli animali

$Il giorno dopo, anche se non siamo proprio fan di animali chiusi in gabbia, decidiamo di visitare lo zoo di Chang Mai famoso per essere uno dei pochi parchi al mondo ad avere come ospiti i meravigliosi e quasi estinti panda.

chiang mai zoo pandaPer facilitare la visita decidiamo di noleggiare un golf car e di gironzolare per l’intero parco con questa macchinetta. Vista la grandezza dello zoo, questa si é dimostrata una bella e sopratutto divertente idea. Il parco é ben curato, gli animali tenuti bene.

Per fare un piacere a mio figlio, dedichiamo una visitina allo snake farm (ve l’avevo detto che ho il terrore dei serpenti vero?!). Ecco, altra bruttissima idea, anche se mio figlio è stato incantato dai cobra reali. Infatti abbiamo assistito anche ad uno spettacolo con cobra e altri serpenti, ma io non sono riuscita a guardarlo tutto…. lui (ovviamente) esaltato!

cobra reale chiang mai tailandiaCosa non fare a Chiang Mai

Per osservare la rigogliosa vegetazione delle montagne circostanti, prendiamo un taxi e ci facciamo accompagnare fuori città. Arriviamo in una specie di fattoria e decidiamo di fare un giro sull’elefante (bruttissima idea, visto che gli elefanti sono trattati male e non sembrano essere rispettati, senso di colpa per tutto il tour).

Continuando il giro sulla strada del ritorno, vediamo molte donne (e bambine) con gli anelli al collo. Leggendo nelle varie guide, scopriamo che questo metodo di infilare sempre più anelli al collo (per questo vengono chiamate “donne giraffa”) non è nient’altro che un modo per attirare turisti e guadagnarci denaro. Questa usanza non c’entra con la tradizione e per queste donne si tratta di una vera tortura. Quindi abbiamo deciso di non andare a vederle proprio per non incentivare questo sfruttamento.

Verso l’ultima tappa del nostro viaggio in Tailandia con bambini

Dopo esserci immersi nel caos di Bangkok e trascorso un piacevole soggiorno a Chiang Mai, tra templi e natura, è arrivato il momento di andare al mare, per un po’ di meritato relax. L’ultima meta del nostro viaggio sono quindi le rinomate spiagge di Koh Samui e Krabi.

👉 Leggi anche il nostro articolo Tailandia con i bambini: krabi e Koh Samui, terza tappa

 

You Might Also Like