In Discover Ticino

Un viaggio nel futuro: il mondo virtuale al Virtual Transfinity Reality Center di Davesco

È un sabato mattina e piove. Il nostro programma della classica gita nel bosco é saltato. Penso a cosa fare tutto il week end in casa con i bambini e non trovo niente di accattivante. In una situazione come questa consiglierei di dare una sbirciatina al nostro sito Mini Me Explorer in cerca di idee per attività con i bambini, ma visto che tanti contenuti del sito li scrivo io, siamo di nuovo da capo.

Mi salva la mia collega Augusta che ha sempre un’idea più del diavolo. Mi parla di questo nuovo centro a Davesco (aperto ad aprile del 2017) che si chiama Transfinity. Ah già, me ne parlava anche mio fratello, mi diceva che era la prima sala giochi dedicata al i giochi virtuali in Svizzera. Non perdo tempo, vado in internet, cerco, mi informo e prenoto subito online un Kids & Family Package per tutta la famiglia.

Diciamolo pure, non sono mai stata un’appassionata di video games e di giochi elettronici, figuriamoci se so cosa sono i giochi virtuali!  Sono una di quelle mamme che preferisce che i suoi figli passeggino nel bosco e scoprono le bellezze della natura. Ma nello stesso tempo sono molto curiosa, e mi piace stare a passo con i tempi e conoscere le nuove tecnologie.

La nostra avventura al Transfinity

Tutti gasati, ma anche ignari di quello che stavamo andando a scoprire, ci rechiamo a Davesco e posteggiamo l’auto nel posteggio vicino al City biliardo, sulla strada verso Cadro. Il Transfinity si trova al primo piano. I ragazzi dello staff ci accolgono calorosamente e ci spiegano tutto quanto. Bene, siamo pronti. Ognuno di noi 4 viene equipaggiato di maschera virtuale e manopole e viene collocato in uno spazio nero diviso da pareti (quindi tutti separati). Ad un certo punto vedo nella maschera un mondo incantato, anzi, mi rendo conto di essere proprio fisicamente nel mondo incantato. Ci sono castelli, piante, colline, uccelli che volano. Ad un certo punto sento i bambini e mio marito, anzi li vedo vicino a me. Comunichiamo attraverso un microfono tutti e 4 insieme. Incredibile, perché nella realtà sono distanti una ventina di metri in quanto ognuno é ancora nel suo box, ma nella realtà virtuale sono vicino a me. Adesso sì che capisco cos’era questa famosa realtà virtuale….

La VR Station

Il gioco che ci hanno impostato inizia. Ognuno di noi ha il compito di colpire con arco e freccia tutti gli orchi che si avvicinano alle nostre torri. Il movimento di tirare con l’arco lo si fa comunque e dopo 20 minuti il mio braccio effettivamente é un po’ stanco. I bambini si sentono rassicurati a sentirci vicino, anche se in realtà non lo siamo. E’ davvero divertente, ridiamo, colpiamo, ognuno dice la sua. I dettagli di questo paesaggio sono fantastici, sembra veramente di essere lì. A parole non riesco sicuramente a spiegare bene l’effetto, ma vi assicuro che un’esperienza del genere é da provare. Dopo 20 minuti il gioco finisce. Verifichiamo chi ha totalizzato più punti. Vorremmo continuare ma una pausa ci fa bene. Al Tansfinity a disposizione ci sono più di 40 giochi diversi, quindi in altre fantastiche ambientazioni.

Vertigo Walk

Il secondo gioco consiste nell’attraversare un’asse di legno sui tetti di Manhattan a 180 metri di altezza per recuperare una torta posta all’estremità dell’asse. Detto così sembra una sciocchezza. Ma dovete sapere che si sente il vento, la vibrazione sotto i piedi, passano gli elicotteri e si sentono le macchine sotto di noi. Una sensazione incredibile, é difficile da immaginare figuriamoci a spiegarlo.

Io sono stata la prima a farlo, una sensazione mai provata. Mia figlia l’ha fatto gattonando, mio figlio abbastanza sicuro e mio marito in scioltezza. Ci sarebbero diversi livelli al Transfinity, il Vertigo Walk Classic e il Vertigo Walk Extreme. Vedere i propri compagni affrontare questa prova é divertente quanto la prova stessa.

Multi Sensory XD Cinema

Siamo in Cina, più precisamente su un carretto guidato da un ragazzo cinese. Il nostro viaggio é proprio attraverso la muraglia cinese. Incontriamo draghi, c’é la neve che ci viene addosso , abbiamo i brividi perché trema tutto sotto di noi. Ma poi ci sono le bolle di sapone, il vento e sentiamo l’acqua schizzarci in faccia. Vediamo paesaggi incredibilmente veri, ma in realtà  siamo solo seduti in un piccolo cinema, in uno delle sei poltrone sospese e indossiamo occhiali in 3d, siamo allacciati e ci teniamo stretti alle manopole. Non possiamo fare a meno di gridare dall’emozione, perché sembra proprio di stare sulle montagne russe. Si possono scegliere  i film più adatti alla fascia d’età, dai cartoni animati, ai film di zombi.

Queste 3 attrazioni sono quelle proposte nel pacchetto Kids & Family del Transfinity e sono le più adatte ai bambini. Ci sarebbero  altre attrazioni ma più adatti agli adulti. Io e mio marito abbiamo provato il Ghost Town Mine Ride, un viaggio con un carretto da minatore attraverso una miniera piena di zombie e il Racing Simulator, una corsa di macchine su sedile che vibra ad ogni curva. Ci sarebbe anche la nuova V-Room, un’area di 36m2 adibita a Escape room virtuale, dove bisogna riuscire ad uscire risolvendo enigmi con l’aiuto dei propri compagni. A differenza delle Escape Room “normali” queste virtuali permetto di avere scenari differenti, come sullo spazio o in fondo agli abissi. Da provare!

Articolo pubblicato il 9 novembre  2018 su Extrasette, l’inserto del Corriere del Ticino.

 

You Might Also Like